Besser leben - todocancer.org

Marathon Ramps Up Mining Rig Arsenal, pronto a diventare il più grande minatore bitcoin d’America

Lo spazio minerario cripto continua a crescere in numero impressionante, poiché le aziende stanno iniziando a uscire dalla pandemia e a far crescere le loro attività. Questa settimana, Marathon Patent Group Inc., una società di auto-esercizio minerario, ha annunciato una mossa che potrebbe vederla diventare la più grande società mineraria degli Stati Uniti.

Aspirazioni alte

Secondo un comunicato stampa, Marathon ha confermato di aver concluso un accordo con il principale produttore di attrezzature minerarie Bitmain per l’acquisto di 10.000 unità degli impianti Antminer’s19 Pro di quest’ultimo. Le stime dell’azienda mostrano che l’accordo le darebbe 23.600 piattaforme minerarie nel suo arsenale, per un totale di 2,56 EH/s.

L’affare renderebbe Marathon la più grande auto-mineraria del paese e una delle prime 15 imprese minerarie del mondo. Parlando con la fonte di notizie del settore Decrypt via e-mail, un rappresentante dell’azienda ha spiegato che credeva che l’attuale rinascita della Crypto Cash fosse il momento perfetto per crescere.

Marathon ha iniziato il suo turbine di acquisti nel mese di agosto, quando ha annunciato un accordo per l’acquisto di 10.500 Antminer s19 Pro rig dalla Bitmain. Definendo l’evento una „pietra miliare“, l’azienda ha confermato che gli impianti gli avrebbero consegnato un hashish di 1,5 EH/s e portato il suo bottino a 13.520.

L’azienda ha anche fatto passi da gigante nella riduzione dei costi di estrazione. Alla fine di agosto, ha confermato l’acquisto di un’intera stock di prodotti della consociata mineraria Fastblock Mining, nella speranza di dimezzare i costi. Purtroppo, l’accordo è fallito ed è crollato il mese scorso.

Nonostante la battuta d’arresto, alla fine l’azienda ha ottenuto l’accordo che voleva, annunciando una partnership con Beowulf Energy questo mese. Secondo l’annuncio, entrambe le aziende lanceranno un centro dati minerario Bitcoin da 105 megawatt. Oltre a generare un potenziale di 1,26 EH/s entro il secondo trimestre del 2021, l’accordo dovrebbe anche contribuire a ridurre del 38% i costi di gestione dell’energia elettrica e del centro Marathon.

La catena anti-sommossa sta arrivando in fretta

Marathon non è l’unica impresa mineraria a fare passi da gigante. Il mese scorso, Riot Blockchain ha annunciato di aver acquistato 2.500 s19 impianti dalla Bitmain. L’affare, del valore di circa 6,1 milioni di dollari, aumenterebbe l’hashrate di Riot dall’attuale livello di 500PH/s a circa 2,3 EH/s entro giugno 2021.

La società quotata al NASDAQ ha iniziato una significativa catena di acquisti nel mese di agosto, quando ha acquistato 5.100 impianti Pro da Bitmain. L’affare è costato 11,2 milioni di dollari, e si prevede che i minatori saranno impiegati entro febbraio 2021. Riot ha anche annunciato che sperava di ottenere un flusso di cassa positivo entro la fine dell’anno – raggiungendo anche un hashish di 0,55 EX/s.

„Crediamo nell’opportunità di Bitcoin di essere una forza dirompente nei sistemi finanziari e valutari tradizionali. Riot sta facendo passi avanti nel posizionarsi per essere parte di quel futuro, e questo acquisto è un segno distintivo di questi sforzi“, ha detto Remo Mancini, presidente indipendente di Riot Blockchain.

Con diversi attori di spicco del settore che si stanno rafforzando, il 2021 potrebbe diventare un anno significativo per il sotto-settore minerario. Sono rimasti meno di 2,5 milioni e mezzo di gettoni BTC da estrarre, e tutti stanno cercando di non essere lasciati indietro.