Bitcoin potrebbe salire di 20.000 dollari prima di raggiungere il territorio di ipercomprato

Bitcoin sembra inarrestabile come le metriche della catena suggeriscono che una correzione significativa non è affatto vicina.

  • Bitcoin ha spinto i prezzi a un nuovo massimo storico di 52.800 dollari.
  • Importanti investitori avvertono di una potenziale correzione, mentre le balene continuano ad accumulare BTC ad un tasso sostanziale.
  • Man mano che l’offerta di BTC sugli scambi di criptovalute si esaurisce, il suo potenziale di ribasso si riduce.

Dopo un ritorno da un anno all’altro di oltre l’80%, alcuni analisti avvertono che il Bitcoin si sta avvicinando al territorio di ipercomprato. Tuttavia, una particolare metrica della catena suggerisce che BTC è pronto per un altro aumento massiccio.

Valore di mercato in crescita del 60%

Il valore di mercato di Bitcoin è aumentato di quasi il 60% dall’inizio del mese. BTC è stato recentemente in grado di raggiungere un nuovo massimo storico di 52.800 dollari, in quanto una nuova ondata di investitori al dettaglio si è riversata sulla moneta.

Più di 20.000 nuovi indirizzi si sono uniti alla rete di BTC ogni giorno nelle ultime cinque settimane, segnalando un picco nell’adozione degli utenti. Sembra che l’investimento di Tesla di 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin abbia messo Bitcoin sotto i riflettori mentre la fiducia nel sistema finanziario globale si erode.

Bitcoin sembra „insostenibile

Nonostante i massicci guadagni che BTC ha registrato nell’ultimo mese, alcuni analisti ritengono che una grande correzione è in corso.

Nikolaos Panigirtzoglou, Global Market Strategist di JP Morgan, ha suggerito che Bitcoin „sembra insostenibile“ agli attuali livelli di prezzo. Panigirtzoglou sostiene che un’offerta anelastica di Bitcoin ha portato ad un premio di prezzo sia per gli investitori „real money“ che per quelli „speculativi“, mentre l’interesse dei dettaglianti ha fatto scomparire gli afflussi istituzionali.

Per questo motivo, l’analista si aspetta che la volatilità dovrebbe diminuire per sostenere il recente rialzo.

Un sacco di spazio per salire

Nonostante il cupo scenario peggiore, Bitcoin sembra fondamentalmente forte. Le balene hanno iniziato a comprare, impoverendo la quantità di Bitcoin disponibile negli scambi e nelle piattaforme di trading. Un comportamento di mercato di questo tipo riduce la pressione di vendita dietro la criptovaluta, di conseguenza limitando il suo potenziale al ribasso.

Inoltre, il MVRV Z-Score suggerisce che il Bitcoin ha molto spazio per salire prima di raggiungere il territorio di ipercomprato. Questa metrica fondamentale rappresenta il rapporto tra la differenza tra la capitalizzazione di mercato di Bitcoin e la capitalizzazione realizzata e la deviazione standard della capitalizzazione di mercato.

Ogni volta che questo indice on-chain è salito sopra un valore di 9 negli ultimi dieci anni, è servito come un segnale di vendita che ha portato ad una forte correzione.

Per esempio, il MVRV Z-Score è salito a un massimo di 9,80 a metà dicembre 2017, quando Bitcoin ha raggiunto il picco di quasi 20.000 dollari. In seguito a questa pietra miliare, i prezzi del Bitcoin hanno subito una correzione dell’84% mentre l’MVRV Z-Score è stato in grado di resettare.

Ora che il Bitcoin è scambiato ad un livello record, l’MVRV Z-Score si aggira su un valore di 6,60. Se questo indicatore si dimostra accurato come lo è stato nei casi precedenti, BTC potrebbe salire di altri 10.000-20.000 dollari prima che il mercato si surriscaldi.

Il prossimo ciclo può assomigliare al 2013

L’analista tecnico Philip Swift ritiene che il ciclo rialzista in corso potrebbe assomigliare a quello del 2013, quando Bitcoin ha colpito due volte la zona rossa del MVRV Z-Score prima di un significativo ritracciamento.

Swift sostiene che BTC potrebbe anche raggiungere tre top locali durante questo ciclo prima di entrare in un significativo periodo correttivo.

Philippine central bank to license cryptocurrency trading and custody firms

The Central Bank of the Philippines expanded its scope of cryptocurrency regulation to include all cryptocurrency financial service providers.

In line with the emergence of clear crypto regulations in Southeast Asia, the Philippines‘ central bank, BSP, has enacted a comprehensive licensing regime for digital asset companies in the country.

According to the Philippine Daily Inquirer, all crypto financial services firms in the country are now required to be licensed by the BSP.

The Philippine central bank is not ready for a CBDC.
Therefore, exchanges operating crypto-to-crypto trading pairs and custody platforms must now obtain approval from the central bank. The expanded regulatory regime also covers crypto derivatives platforms.

All cryptocurrency firms in the country will also be required to comply with global financial best practices, including anti-money laundering and counter-terrorist financing. As a result, cryptocurrency transfers above a certain threshold will require identification information for both the issuer and the beneficiary.

For Benjamin Diokno, governor of the BSP, the expanded regulatory regime is necessary to keep up with the pace of development in the crypto space over the past three years. In 2017, the BSP issued rules for exchanges involved in fiat-crypto trading pairs.

Philippines central bank expresses interest in digital tokens
According to Diokno, the new rules will eliminate any regulatory loopholes in the crypto financial services ecosystem and add that the central bank is committed to striking a balance between promoting financial innovation and maintaining its supervisory responsibilities.

In 2020, the BSP reportedly began considering the issuance of a central bank digital currency. However, the Philippines‘ main bank came out to say that it is not ready to create a sovereign digital currency, but is actively monitoring the scene.

Philippines SEC warns of Ponzi scheme to „mine in the cloud“ linked to Bitcoin Vault
Southeast Asia remains a global hub for open finance with a positive disposition towards emerging technologies. Markets such as Singapore and Thailand already have a sophisticated electronic payments ecosystem.

As Cointelegraph previously reported, Asia accounts for almost 50% of global cryptocurrency trading.

Hvordan institusjonelle investorer bestemmer det beste tidspunktet å kjøpe bitcoin

Blockstreams CSO, Samson Mow, mener institusjonelle investorer bestemmer seg for å kjøpe Bitcoin uavhengig av prisbevegelser. Bitcoin maksimalisten tok til Twitter 5. januar for å forklare at enheter som ønsker å kjøpe den digitale eiendelen ikke har tenkt å kjøpe BTC til en bestemt pris. I stedet planlegger sjefer for slike institusjoner å kjøpe et visst beløp av den populære kryptoen i amerikanske dollar.

Ifølge Samson Mow kjøper finansielle enheter som har som mål å investere i Bitcoin det ofte for hundrevis av millioner amerikanske dollar:

Bildekilde: Twitter

4. januar samlet Mow en liste over institusjonelle investorer som planlegger å kjøpe Bitcoin Profit i 2021. I følge Samson Mows liste, som visstnok er basert på nyhetsartikler, vil enheter som One River, Guggenheim, SkyBridge, Ruffer og MassMutual kjøpe Bitcoin (og noen har allerede kjøpt BTC). Bedriftene har bevilget eller har til hensikt å tildele beløp fra $ 100 millioner til $ 600 millioner for å investere i BTC.

Til dags dato sies Galaxy Digital å ha 16 651 BTC og Square omtrent 4 709 BTC. I tillegg anslår Bitcointreausuries at over 800 000 Bitcoin eller 4% av den totale sirkulasjonsforsyningen holdes av offentlige selskaper.

Videre kunngjorde Grayscale Investments at eiendelene under forvaltning, som Bitcoin, Ether og andre, nå er verdt $ 19 milliarder dollar i krypto. Nylig overgikk til og med kryptofondforvalter Bitwise $ 500 millioner i AUM og registrerte Q4-innstrømninger i sine Bitcoin-, Ethereum- og kryptoindeksfond, og overgikk tidligere kvartaler.

Ved pressetid handlet Bitcoin til $ 32 020,31 og har vært opp med 1,1% det siste døgnet og 18,6% den siste uken.

Hospital in Cyprus uses VeChain (VET) to track Covid-19 vaccinations

The Cyprus Mediterranean Hospital uses the VeChain blockchain to track coronavirus vaccination records. The data is encrypted and normalized so that it can be shared between several parties.

Vaccination on the blockchain

The Mediterranean hospital of Cyprus has announced that 100 doctors and staff received 4 January their first dose of vaccine against coronaviruses .

These 100 people received a digital certificate for their vaccination on the application called „E-HCert“ Thus, individuals will be able to follow and share their results more easily .

The Financial Peak Foundation confirmed the news on its Twitter account :

“The first 100 coronavirus 19 vaccination records from medical staff at the Mediterranean hospital in Cyprus are now securely stored on the Vechain blockchain. With this technology, governments and individuals are assured of the quality and validity of the results ”.

Thus, personal data remains under the full control of the owner, granting access to government authorities or other parties at the sole discretion of the patient while reducing the risk of leakage to third parties.

How does the app work?

When a Cypriot citizen goes to the hospital and undergoes tests, the records are uploaded to the VeChainThor blockchain and then immutable on the blockchain. The information is then displayed on the native E-HCert application.

Medical data is encrypted and standardized so that it can be shared between multiple parties more securely. The app also claims to be GDPR compliant .

The E-HCert application is already used for archiving the files of 8000 people concerning PCR tests and antibody tests. According to the authorities, this solution improves the management and response of the hospital to Covid-19.

After demonstrating its effectiveness at the Mediterranean Hospital in Cyprus, another facility, Aretaeio Hospital , has integrated the E-HCert application into all of its laboratory testing services.

LCX.com inicia troca de criptogramas com Bitcoin e Ethereum

A troca ganhou oito licenças do órgão regulador do Liechtenstein.

Quando os preços do Bitcoin estão estabelecendo novos recordes, o Liechtenstein Cryptoassets Exchange, popularmente conhecido como LCX.com, lançou seus serviços de câmbio digital de moedas. A plataforma é regulamentada e está em conformidade com os regulamentos locais do Liechtenstein.

Anunciada na terça-feira, a nova bolsa facilitará inicialmente a negociação com Bitcoin Future, Ethereum, USD Coin e LCX token. Entretanto, tem planos de acrescentar mais moedas digitais em sua oferta.

Comentando sobre a nova plataforma, o co-fundador e CEO da LCX.com, Monty Metzger, disse: „A LCX Exchange é uma nova geração de câmbio de moedas criptográficas. 2021 será o ano da inovação da cadeia de bloqueio, e vemos a conformidade criptográfica como a chave para o sucesso“.

A troca começou suas operações apenas uma semana após ter recebido oito licenças do órgão regulador de Liechtenstein sob as novas leis da cadeia de bloqueio do país. As licenças garantem a conformidade da LCX como uma troca criptográfica, um custodiante de moeda digital e um oráculo de preço.

Fundada em 2018, a troca concentrou-se no fortalecimento de seus processos antes de se aproximar para as licenças. A Finance Magnates informou no ano passado sobre a parceria da LCX com a empresa Elliptic de análise de cadeias de bloqueio para automatizar a conformidade contra transações ilícitas.

A Loucura em Crypto

A LCX está lançando sua troca quando a demanda nos mercados de moedas criptográficas está em alta, principalmente com o rally da Bitcoin. A moeda digital bateu todos os recordes e está negociando fortemente acima de $30.000, mesmo após correções de dois dígitos.

Embora o mercado de altcoins tenha permanecido enfadonho em geral, o Ethereum subiu significativamente, até mesmo diminuindo a Bitcoin em ganhos anuais. A LCX está listando estas duas fichas no lote inicial.

Enquanto isso, as principais bolsas estão vendo uma demanda recorde de moedas criptográficas, e os volumes estão batendo recordes também.

Crypto speculation at its peak: $ 379 billion – A new record broken for exchanges!

Compulsive crypto-trading ? – The year 2021 begins with the best omen for the cryptosphere, a real season of broken records. After Bitcoin’s new all-time high against the dollar, then its capitalization record even exceeding Visa , the entire crypto market is on fire.

The speculative madness of late 2017, of ancient history?

The cryptocurrency industry has been in full swing since the price of bitcoin (BTC) literally exploded from its old high of $ 20,000. Eh yes ! The trading volumes crypto have never been as high as today.

According to crypto-media The Block , the top 20 exchanges saw no less than $ 379 billion in crypto-assets changed hands in the month of December 2020 alone.

The previous record , with 307 billion dollars in trading volumes, was thus largely exceeded . It had been reached twice, in December 2017 and January 2018, at the peak of the euphoria of the last bull market.

Trading volumes (in billions of dollars) of the main crypto exchanges

Crypto exchanges remain dominated by the Binance platform , which alone accounts for nearly 58% of the market share (or around $ 220 billion in December).

Another interesting fact that this graph tells us: January 2021 looks very promising . In fact, in just 5 days , trade volumes have already risen to 108.8 billion dollars .

Will this first month of the year already see a new record replacing the one that has just been achieved? Be careful not to get too attached to the records in the cryptosphere in 2021, because they may risk falling off the chain, domino style!

Bitcoin’s market value will surpass Tesla in 2021, predicts analyst

Currently the market capitalization of Bitcoin is only less than 11 companies.

Bitcoin’s market capitalization will surpass Tesla giant in June 2021, said Galaxy Digital’s CEO Mike Novogratz. The head of the digital asset management company has published a text on Twitter explaining why he believes the market capitalisation of digital currency will outperform Tesla in the next 6 months.

According to the manager, Tesla has a risk, Elson Musk, while Bitcoin is managed by a worldwide community.

„Bitcoin will have a higher market value than Tesla within 6 months. Both are „religions“, although Tesla has several risks: @elonmusk Bitcoin belongs to and is managed by a giant decentralized community that is growing every day. It is a bet of risk management. I have 2 Teslas“.

Currently Bitcoin has a market value of $ 430 billion, while Tesla’s capitalization is $ 616 billion.

Although he cited Elon Musk as a risk for Tesla, he defended the entrepreneur: „To be honest, I don’t think Elon Musk is a risk, I think his vision, determination and engagement with the public were crucial in the achievements of the companies he created“.

Currently the market capitalization of Bitcoin is only less than 11 companies. If it surpasses Tesla’s, as predicted by the analyst, Bitcoin would become the 6 largest „company in the world.

The digital currency has already surpassed the market capitalization of large companies such as MasterCard, Walmart, Johnson & Johnson, Nvidia, Paypal and even Bank of America.

Bitcoin’s current market capitalization is also higher compared to any bank in the world. Last Saturday (19), when the digital currency reached a price of $ 24 thousand, the market capitalization of JP Morgan was the largest in the banking sector, but lost to Bitcoin.

Analysts believe that the capitalization of digital currency could reach US$ 1 trillion by the end of 2021, if this happens, Bitcoin will have the fifth largest market capitalization, behind only Google, Amazon, Microsoft and Apple.

For the digital currency market capitalization to reach $1 trillion, it would have to reach a price of $54,000 per unit by the end of 2021, a high of 115% of its current price.

Although the figure appears to be high, a Citibank report forecasts Bitcoin worth $300,000 already next year, a rise that would be driven by institutional adoption.

Microstrategia La migliore esposizione BTC dice Citron Research

Una circolare (pdf) pubblicata il 24 novembre da Citron Research dal titolo „MicroStrategy (MSTR) The Best Way to Own Bitcoin in the Stock Market“. Il documento ha sostenuto il passaggio di Microstrategy a Bitcoin.

Citron Research afferma chiaramente in rosso lungo la parte superiore della circolare: „Per essere chiari, non raccomandiamo a nessuno di fare il bitcoin lungo. Tuttavia, molti dei nostri lettori ci hanno chiesto la nostra opinione sul bitcoin, quindi eccola qui“.

Tuttavia, il fondo dietro la Citron Research, il Citron Fund, ha preso posizione in MSTR. Citron Fund ha difeso la mossa come il modo migliore per possedere Bitcoin. La circolare citava il Fast Money di CNBC, che ha convinto il CEO di MicroStrategy, Michael Saylor, a scoprire al telefono se MicroStrategy è una società di software o un hedge fund Bitcoin.

La microstrategia di Saylor

Durante l’intervista, Saylor ha sostenuto che Microstrategy è prima di tutto una società di software. Ha sostenuto ripetutamente che l’acquisto della Bitcoin è stato fatto per evitare che la società perdesse denaro a causa dell’inflazione. Saylors afferma che la rapida espansione dell’offerta monetaria da parte delle banche centrali ha fatto aumentare il costo del capitale, che è triplicato dal 5% al 15% nell’ultimo anno.

Nell’intervista, Saylor cita alcuni dei termini noti dello spazio di criptovaluta: che il Bitcoin è il miglior bene di tesoreria del mondo, anche meglio dell’oro, ecc.

La reporter Melissa Lee risponde, suggerendo che tenere il denaro contante contro il metterlo in un’attività speculativa sono due cose molto diverse. Saylor è fermo sulla decisione della sua società di depositare le sue riserve di liquidità nella Bitcoin. Conclude dicendo che il mantenimento di liquidità non ha senso dal punto di vista finanziario – se sta perdendo il 15% del suo valore di anno in anno.

Saylor ha ribadito alcune delle critiche che da tempo vengono mosse alla Bitcoin, come il timore che possa essere violata, copiata o vietata. Tuttavia, egli stesso si occupa di questi problemi. Egli risponde che nessuna di queste cose è realmente accaduta nel decennio in cui il Bitcoin è stato in circolazione.

Saylor approva, dicendo che Microstrategy ama l’impresa e il business dell’intelligence in cui opera. Il passaggio alla Bitcoin è stato solo per assicurarsi che non decapitassero l’azienda.

Bitcoin per tutti

Saylor crede nella Bitcoin e pensa che la sua azienda sia all’avanguardia in questo senso. Inoltre, una volta che le altre aziende avranno capito la storia della Bitcoin, faranno lo stesso.

Come sanno i seguaci delle notizie criptiche nello spazio, poco dopo il passaggio di Microstrategy alla Bitcoin, Square ha acquistato 50 milioni di dollari di Bitcoin. Poco dopo, PayPal ha lanciato l’acquisto e la vendita di crypto sulla sua app (solo per i cittadini statunitensi) e ha iniziato a comprare Bitcoin, che secondo alcuni è stato addirittura responsabile del recente rally dei prezzi.

Il prezzo delle azioni di Microstrategy ha visto un’azione molto rialzista dal loro passaggio al Bitcoin. MSTR era scambiato a circa 160 dollari USA all’inizio di novembre ed è ora a più di 270 dollari USA.

Marathon Ramps Up Mining Rig Arsenal, pronto a diventare il più grande minatore bitcoin d’America

Lo spazio minerario cripto continua a crescere in numero impressionante, poiché le aziende stanno iniziando a uscire dalla pandemia e a far crescere le loro attività. Questa settimana, Marathon Patent Group Inc., una società di auto-esercizio minerario, ha annunciato una mossa che potrebbe vederla diventare la più grande società mineraria degli Stati Uniti.

Aspirazioni alte

Secondo un comunicato stampa, Marathon ha confermato di aver concluso un accordo con il principale produttore di attrezzature minerarie Bitmain per l’acquisto di 10.000 unità degli impianti Antminer’s19 Pro di quest’ultimo. Le stime dell’azienda mostrano che l’accordo le darebbe 23.600 piattaforme minerarie nel suo arsenale, per un totale di 2,56 EH/s.

L’affare renderebbe Marathon la più grande auto-mineraria del paese e una delle prime 15 imprese minerarie del mondo. Parlando con la fonte di notizie del settore Decrypt via e-mail, un rappresentante dell’azienda ha spiegato che credeva che l’attuale rinascita della Crypto Cash fosse il momento perfetto per crescere.

Marathon ha iniziato il suo turbine di acquisti nel mese di agosto, quando ha annunciato un accordo per l’acquisto di 10.500 Antminer s19 Pro rig dalla Bitmain. Definendo l’evento una „pietra miliare“, l’azienda ha confermato che gli impianti gli avrebbero consegnato un hashish di 1,5 EH/s e portato il suo bottino a 13.520.

L’azienda ha anche fatto passi da gigante nella riduzione dei costi di estrazione. Alla fine di agosto, ha confermato l’acquisto di un’intera stock di prodotti della consociata mineraria Fastblock Mining, nella speranza di dimezzare i costi. Purtroppo, l’accordo è fallito ed è crollato il mese scorso.

Nonostante la battuta d’arresto, alla fine l’azienda ha ottenuto l’accordo che voleva, annunciando una partnership con Beowulf Energy questo mese. Secondo l’annuncio, entrambe le aziende lanceranno un centro dati minerario Bitcoin da 105 megawatt. Oltre a generare un potenziale di 1,26 EH/s entro il secondo trimestre del 2021, l’accordo dovrebbe anche contribuire a ridurre del 38% i costi di gestione dell’energia elettrica e del centro Marathon.

La catena anti-sommossa sta arrivando in fretta

Marathon non è l’unica impresa mineraria a fare passi da gigante. Il mese scorso, Riot Blockchain ha annunciato di aver acquistato 2.500 s19 impianti dalla Bitmain. L’affare, del valore di circa 6,1 milioni di dollari, aumenterebbe l’hashrate di Riot dall’attuale livello di 500PH/s a circa 2,3 EH/s entro giugno 2021.

La società quotata al NASDAQ ha iniziato una significativa catena di acquisti nel mese di agosto, quando ha acquistato 5.100 impianti Pro da Bitmain. L’affare è costato 11,2 milioni di dollari, e si prevede che i minatori saranno impiegati entro febbraio 2021. Riot ha anche annunciato che sperava di ottenere un flusso di cassa positivo entro la fine dell’anno – raggiungendo anche un hashish di 0,55 EX/s.

„Crediamo nell’opportunità di Bitcoin di essere una forza dirompente nei sistemi finanziari e valutari tradizionali. Riot sta facendo passi avanti nel posizionarsi per essere parte di quel futuro, e questo acquisto è un segno distintivo di questi sforzi“, ha detto Remo Mancini, presidente indipendente di Riot Blockchain.

Con diversi attori di spicco del settore che si stanno rafforzando, il 2021 potrebbe diventare un anno significativo per il sotto-settore minerario. Sono rimasti meno di 2,5 milioni e mezzo di gettoni BTC da estrarre, e tutti stanno cercando di non essere lasciati indietro.

Starbucks and McDonald: No Testing for Digital Yuan

Starbucks and McDonald’s should not test the Profit Revolution of China after all, as it is reported.

The American fast-food giants, such as Starbucks and McDonald’s, are not supposed to participate in the ongoing tests for the digital yuan in China

According to a report by the news agency Sina Finance on October 14, the digital currency of the Chinese central bank (CBDC) is still being tested on a „small scale“, especially in retail and in the hospitality sector.

A number of overseas merchants believed to be participating in China’s CBDC tests have not yet used the digital yuan as a means of payment.

In Xiong’an, one of the major Chinese cities testing the digital yuan , 19 companies are said to have participated in their CBDC pilot project. These included Starbucks, McDonald’s, Subway and UnionPay’s cloud project Unmanned Automated Supermarket.

However, according to Sina Finance, none of these companies has yet participated in the digital yuan tests and only accepts digital payments via WeChat, Alipay and QuickPass

None of the companies made official statements regarding tests for the digital yuan. Cointelegraph approached Starbucks and McDonald’s for comment, but received no response by press time.

The Chinese authorities launched the first digital yuan tests in April 2020 . On October 5, China’s central bank announced that the currency-linked wallets had processed $ 162 million in transactions between April and August 2020 . To promote the currency, the central bank held a $ 1.5 million lottery . 2 million people are said to have participated in the lottery at 3,000 participating dealers.